Università degli studi di Roma "La Sapienza" Prima facoltà di Architettura

Corso di LABORATORIO II° DI COSTRUZIONI DELL'ARCHITETTURA

Link alla homepage: Modulo di STRUTTURE LEGGERE

(Prof. Ing. Francesco Sylos Labini) A.A. 2004-2005  


News:

 

08/09/2005:

Le date degli esami previsti sono per :

MER 14 Settembre 2005 - ore 09.00 - v. Gianturco - aula da definire.

GIO 22 Settembre 2005 - ore 09.00 - v. Gianturco - aula da definire

 

14/07/2005:

Dopo la data del 20/07/2005 le revisioni riprenderanno MER 07 Settembre 2005

 

06/07/2005:

Le revisioni sul tema di esame strutturale, tecnologico (Prof. Viscardi), e di geotecnica (Prof. Boldini) sono previste ogni  Mercoledì - ore 14.30 –  Aula 11 – Sede v. Gianturco.

 

25/05/2005: Sono disponibili i file in formato DWG,  per la esercitazione d’ esame A.A. 2004-2005.

11/04/2005 - ATTENZIONE ! - VERIFICARE LA POSIZIONE PER L'ISCRIZIONE AL CORSO - E' necessario avere una "S" nella colonna "segreteria" ed aver sostenuto l'esame di Scienza delle costruzioni LINK - http://dsg.uniroma1.it/sylos/lista2005.htm - (Tale vincolo non è valido per gli studenti Erasmus, Socrates, etc.)

21/03/2005: Riportiamo il testo integrale della comunicazione ricevuta: CORSO DI LAUREA ARCHITETTURA QUINQUENNALE - AVVISO AGLI STUDENTI ISCRITTI AI LABORATORI DEL IV ANNO

Gli studenti iscritti ai Laboratori in via telematica debbono consegnare al Prof. Titolare del laboratorio entro Venerdì 8 Aprile l'attestato certificante l'avvenuto esame delle materie propedeutiche, anche in fotocopia se leggibile. Gli attestati verranno verificati dalla commissione didattica e l'elenco degli studenti la cui iscrizione ai laboratori è confermata verrà consegnato ai titolari del Laboratoria alla segreteria didattica.

28/02/2005 - ORARIO DEL CORSO: MAR 14.00 - 19-50 - sede v. Gianturco - aula G11. GIO 9.00 - 14.00 - sede v. Gianturco - aula G33.

 

N.B. da ora in poi saranno accettate solo prenotazioni all'esame effettuate via Internet, all'indirizzo seguente: E' assolutamente necessario, per vostra tutela, stampare e portare il tagliando di conferma prenotazione all'esame. http://www.arc1.uniroma1.it/studente/esamiprenota/esamiprenota.htm


 

Programma dei corsi A.A. 2004-2005

 

I corsi si propongono di fornire i principi teorici e applicativi fondamentali della teoria e della tecnica delle costruzioni e saranno di conseguenza articolati in due parti dedicate rispettivamente all'insegnamento teorico ed all'esperienza progettuale in cui il primo trova la sua concreta applicazione, così come dettagliato di seguito.   Parte I : Lezioni di teoria e tecnica delle costruzioni

1) Le costruzioni in cemento armato
Introduzione - La verifica della sicurezza - I materiali - L'analisi delle strutture - Verifica e dimensionamento di elementi lineari - Travi, pilastri, telai, grigliati - Piastre - Fondazioni - Dettagli costruttivi - Metodi di costruzione.

2) Le costruzioni in cemento armato precompresso
Principi - Gradi di precompressione - Metodi di precompressione - Sistemi di precompressione.
3) Le costruzioni in acciaio
I metodi - Le verifiche di sicurezza - I collegamenti - I problemi di stabilità - Tipologie costruttive.

4) Le strutture speciali
Archi - Piastre - Volte - Grandi coperture - Ponti.
  Parte II : La progettazione
Sviluppi della Parte I attraverso una serie di esercitazioni applicative, basate sulla esecuzione di calcoli e disegni di semplici elementi strutturali, inseriti nella progettazione di un semplice edificio in cemento armato e/o in acciaio.
 

 

Bibliografia essenziale:

O. Belluzzi - Scienza delle costruzioni - Vol. I e II - Zanichelli - Bologna.

  1. E. Giangreco - Tecnica delle costruzioni - Vol. I e II - Liguori - Napoli.
  2. G. Ballio-F. Mazzolani - Strutture in acciaio - Hoepli - Milano.
  3. M. Salvadori-R.Heller - Strutture in architettura - Etas Kompass - Milano.
  4. Bibliografia per settori tematici ed estratti saranno distribuiti nel corso delle lezioni.

 

Modulo integrativo progettazione architettonica - Prof. Fabio Viscardi (30 ore)

 

PROGRAMMA DI INSEGNAMENTO

L’attivazione di un modulo di progettazione architettonica all’interno del "Laboratorio di Costruzioni" riteniamo debba di affrontare, per quanto possibile nelle 30 ore a disposizione, il rapporto tra forma architettonica e forma strutturale.

Questa antica compresenza ha visto prevalere a volte le ragioni della forma, a volte le ragioni della verità strutturale. Quale è oggi il rapporto tra struttura/architettura è questa prioritaria rispetto all’involucro? O grazie alla tecnologia siamo in grado di adattarla a forme libere che sconfinano nel campo dell’arte? Il problema, sicuramente complesso, è aperto, struttura e spazio definiscono l’oggetto architettonico, né determinano il carattere, né esprimono l’ambiguità, ne definiscono il significato.  

Oggi, la continua razionalizzazione del processo edilizio, lega indissolubilmente questi due aspetti che impongono, allo studente come all’architetto, di acquisire la capacità di operare in continua integrazione tra quelle che sono le specificità scientifiche della "tecnica delle costruzioni" e gli aspetti connessi alla ricerca dello spazio architettonico e più in generale dell’architettura nel suo complesso disciplinare. Dal punto di vista operativo cercheremo di analizzare alcuni aspetti significativi del rapporto tra struttura e architettura secondo la linea evolutiva che negli ultimi anni sta spostando la ricerca dalla realizzazione di edifici basati su strutture leggere in tensione (strutturalmente a vista) a edifici "volumetricamente informali" dove vi è una sempre maggiore coincidenza tra struttura e forma architettonica.    

Gli esempi che saranno presentati nelle lezioni sono stati selezionati rispetto alcune dualità: "Leggero e pesante","ambiguo ed esplicito", "sospeso e portato".   Il modulo prevede uno sviluppo applicato ad un progetto.

Le esercitazioni prevedono, l’elaborazione di plastici di studio schematici delle soluzioni architettoniche e strutturali, la redazione di tavole grafiche (da concordare nel numero e nel formato).  


 

Modulo integrativo di Geotecnica - Prof. Daniela Boldini (30 ore)

 

PROGRAMMA DI INSEGNAMENTO

 

 - Concetti introduttivi alla meccanica delle terre; genesi e struttura dei terreni (terreni a grana grossa e a grana fine); rapporti tra le fasi (pesi specifici, pesi di volume, contenuti d’acqua); metodi di classificazione e identificazione (analisi granulometrica, limiti di consistenza).

 - Applicazione della meccanica del continuo ai mezzi granulari polifase; tensioni e deformazioni; rappresentazione degli stati di tensione e deformazione (cerchi di Mohr, piano triassiale); legame costitutivo; modelli di comportamento: elasticità e plasticità.

- Principio delle tensioni efficaci; valutazione dello stato tensionale litostatico; storia tensionale: terreni normalconsolidati e terreni sovraconsolidati.

 - Cenni sui moti di filtrazione nelle terre in regime stazionario e in regime transitorio; condizioni drenate e non drenate; consolidazione.

- Cenni sulla determinazione sperimentale delle caratteristiche meccaniche dei terreni; prova edometrica e parametri di compressibilità; prove triassiali e di taglio diretto e parametri di resistenza.

 - Indagini geotecniche in sito :programmazione delle indagini, sondaggi, prove penetrometriche, prove pressiometriche, prove di permeabilità, misura della pressione interstiziale.

 - Fondazioni dirette: tipologia, carico limite, cenni sull'analisi in condizioni di esercizio (cedimenti, interazione terreno-fondazione).

 - Fondazioni su pali: tipologia, carico limite, cenni sull'analisi in condizioni di esercizio (cedimenti, interazione terreno-fondazione).

- Dimensionamento delle fondazioni della struttura oggetto del progetto del Laboratorio, con riferimento a due profili stratigrafici tipici (terreni sabbiosi ed argillosi) corredati dai risultati delle indagini geotecniche, ripercorrendo i passi fondamentali della progettazione geotecnica.

 

 Bibliografia:

 

- Lanzo G. (2002). Dispense del Corso di Geotecnica. Corso di Laurea in Tecnologie dell'Architettura e della Costruzione. Prima Facoltà di Architettura "Ludovico Quaroni", Università di Roma "La Sapienza". - Viggiani C. (1999). Fondazioni. Helvelius edizioni.  


MATERIALE DIDATTICO DEL CORSO:

 

Materiale del corso - Materiale didattico a cura del Prof. Ing. Pierfranco VENTURA.

 

-Copertina

-Dispense parte1_A

-Dispense parte1_B

-Dispense parte1_C

-Dispense parte 2

-Dispense parte3_A

-Dispense parte3_B

-Dispense parte3_C  

N.B. I file sono in formato *.PDF (Adobe Acrobat Reader)    

Software per la visualizzazione e la stampa delle dispense.

-Adobe Acrobat Reader 5.05 ITA (8.5 Mb)

 

- Materiale del corso - Esempi di carpenterie -

Esempio S1_Pianta fondazioni_Tracciamento pali.zip.

- Esempio S2_Plinti di fondazione_Carpenteria ed armature.zip

- Esempio S3_Tabella pilastri.zip

- Esempio S4_Carpenteria piano terra - Piano primo, secondo, terzo.zip

- Esempio S5_Travi piano primo, secondo, terzo - carpenteria ed armatura.zip

- Esempio S6_Travi piano terra - carpenteria ed armature.zip

- Esempio S7_Carpenteria piano sottotetto - copertura.zip

- Esempio S8_Travi piano sottotetto - carpenteria ed armature.zip

- Esempio S9_Scala carpenteria ed armature - armatura setti vano ascens.zip

- Esempio S10_Travi copertura - carpenteria ed armature.zip

- Esempio S11_Scala esterna carpenteria ed armature.zip

- Pennini.ctb

- Pennini.pc2

  Materiale del corso - Dispense del modulo integrativo di Geotecnica a cura del Docente Daniela Boldini

- Lezione 1 Lezione 1

- Lezione 2 Lezione 2

- Lezione 3

- Lezione 4

- Lezione 5

- Lezione 6

- Lezione 7

- Lezione 8

- Lezione 9

Materiale del corso – File per esercitazione d’esame

- Piante_2005

- Prospetti_2005

- Sezioni_2005

 


N.B. I file dell'esercitazione di esame e le carpenterie di esempio sono compressi con Winzip ed in formato .dwg - AutoCAD2000 . I file delle dispense a cura del Prof. Ing. Pierfranco VENTURA sono in formato Adobe Acrobat Reader (*.PDF).


026 - P.A. - Aggiornamento 08/09/2005.